L’oratorio di Sant’Urbano in Pianzano di Godega, e i suoi affreschi del Duecento di Giorgio Fossaluzza, Susanna Maset, 2017, brossura

L’oratorio di Sant’Urbano in Pianzano di Godega,e i suoi affreschi del Duecento

di Giorgio Fossaluzza e
Susanna Maset

2017, 266 p., ill., brossura.

ISBN 9788898181100

Prezzo di copertina Euro 40,00

Edizioni Stilus

tel. 0422.345332

www.edizionistilus.com

Susanna Maset illustra le complesse fasi del restauro conservativo dell’oratorio di Sant’Urbano in Pianzano di Godega di Sant’Urbano (TV). Giorgio Fossaluzza ne descrive la vicenda storica svoltasi al centro del Campardo, territorio tra Conegliano e i fiumi Meschio e Livenza. La ricerca documentaria rivela le complesse vicende di cui fu teatro nel basso Medioevo, il passaggio dalla diocesi di Céneda al Patriarcato di Aquileia nel 1074, al Patriarcato di Grado nel 1180, e poi di Venezia. Ne risulta un quadro di conflittualità fra più interessi: Treviso, i da Camino, le nobili famiglie da Coderta e da Prata. Le pitture murali tardo duecentesche recuperate, pur frammentarie, permettono allo studioso di ricostruire l’intero programma iconografico e gli consentono altresì di inserirle a pieno titolo nell’esiguo catalogo della pittura murale del secondo Duecento dell’Alto Trevigiano, accanto al palinsesto più noto di San Pietro di Feletto, agli affreschi di San Giorgio di Manzana di Formeniga, all’Ultima cena della chiesa di Mattarella a Cappella Maggiore. Si aggiunge, pertanto, in Sant’Urbano una nuova voce tra le rare e diversificate manifestazioni pittoriche della linea “più occidentale” che caratterizza le periferie venete.